La Storia 2017-09-25T13:24:10+00:00

DAL 1969..

Questa bella storia comincia una sera d’Agosto del 1969 attorno a un tavolino dello storico Caffè Milano, nel cuore del borgo.
un gruppo di Amici con la passione dello sport si ritrova per inventare una nuova avventura: creare una squadra di pallacanestro cittadina. E’ ancora vivo l’entusiasmo per la recente impresa delle ragazze di Gavirate, che, messe insieme un po’ in sordina, in Giugno hanno brillato ai Giochi della Gioventù, arrivando sorprendentemente alla finale provinciale, persa di misura contro Tradate (33-30).
Un’esperienza da neofiti che solletica la fantasia di tanti: sarebbe un peccato lasciarla isolata. I padri fondatori dell’Associazione Pallacanestro Gavirate portano nomi storici ed emblematici per il paese. Si chiamano Rino e Felice Paronelli, Vittore Anessi, Carlo Buzzi, Giulio Caprioli, Eolo Papa, Maurizio Crespi, Ettore Confalonieri, Carlo Panosetti, Albano Ravelli.
Il giorno 26 Agosto viene perfezionata l’iscrizione alla Federbasket, col numero di matricola 881.

I colori sociali sono il rosso e il blu, Confalonieri è il primo presidente.

1978-1985 LA CONSACRAZIONE

Campionato nuovo (serie B Nazionale), palestra nuova: nella tarda estate dell’anno di grazia 1978 la pallacanestro gaviratese vive un autentico rinascimento. Il momento magico porta con sé tanto entusiasmo e tante iniziative, estemporanee e non. Viene organizzato un torneo per inaugurare l’impianto di via Fermi: le rossoblù onorano il trofeo Città di Gavirate non lasciando sfuggire la coppa, davanti a Busto, Villasanta e Lissone. La squadra è parecchio rinnovata: un po’ per alcune defezioni, un po’ per la necessità di adeguare le forze alla nuova categoria.

1985 – 1992 IL GRANDE SOGNO

Il 1985 è un anno magico, le Cadette (annata’70) chiudono al secondo posto le Finali Nazionali dietro alla corazzata Schio. Il sogno tricolore è sfumato sul più bello, ma la stupenda stagione 1984/85 ha dimostrato l’ormai acquisita maturità della pallacanestro gaviratese, pronta a competere con chiunque ad appena tre lustri dalla fondazione della società. Si guarda dunque con rinnovato entusiasmo l’annata alle porte, perchè certi risultati eclatanti hanno instillato sana adrenalina in tutto l’abiente. Si ricomincia dunque di buona lena, con qualche novità non di poco conto. Anzitutto spicca il volo Roberta Aliverti, protagonista dell’avventura con le Cadette: viene ceduta appena 15enne alla Comense, che si appresta a dominare le scene per molti anni. Nel 1992 la Pallacanestro Gavirate tocca il punto più alto della sua parabola agonistica: lo spareggio per la promozione in A2, purtroppo perso con Broni.

1992-2000 SI RIPARTE DA ZERO

All’inizio degli anni 90 Gavirate è forse la piazza più ambita del panorama provinciale, insieme a Busto Arsizio che disputa la serie A1. Sviluppa un progetto chiaro, ha alle spalle una dirigenza capace e ben introdotta, può contare su fondamenta economiche solide che consentono ingaggi sontuosi per l’epoca: è una regina del mercato. L’estate del ’92, all’indomani della grande delusione, è però irrequieta per lo staff rossoblù. Stanno rapidamente cambiando le condizioni che hanno reso possibile un ciclo così felice: il mancato salto in alto e l’impasse generata dall’appena scoppiata Tangentopoli bosina scuotono l’ambiente e aprono la strada a un repentino mutamento dello scenario. Nel giro di pochi mesi esce di scena il manipolo di dirigenti arrivato da Varese al tempo della fusione del Club del capoluogo.
Dopo la traumatica decisione di cedere i pezzi pregiati a Luino, rinunciando all’attivita senior (1993), si ricomincia dal vivaio, come alla fine degli anni Sessanta.

2000-2017 VERSO IL FUTURO

Il ritorno della prima squadra in serie C avviene nell’anno 2000, alla vigilia di un periodo di radicali cambiamenti nell’ordinamento dei campionati femminili. Se quindi i primi tornei del nuovo millenio hanno un certo spessore, con una connotazione regionale e la presenza di formazioni blasonate, a partire dal 2003, il panorama si fa più desolante: lo sdoppiamento della serie B, con l’Eccellenza considerata Nazionale e un gradino più sotto il girone Regionale. La squadra rossoblù, dopo una lunga militanza in C, nel 2008 finalmente raggiunge i playoff: l’ambizione di salire muore nella sfortunata serie con Pontevico. Le ragazze sfiorano l’obbiettivo promozione, raggiungendo comunque il miglior risultato della “seconda vita” della società fino al 2014 dove la Pallacanestro Gavirate riconquista dopo più di 20 anni la serie B, categoria che mancava in città dal 1993. Purtroppo l’anno in serie B non frutta molte vittorie così l’ADP Gavirate dal 2015 torna a militare in serie C, lavorando duro per riconquistarsi la serie maggiore.

Dall’anno cestistico 2015/2016 cambio di guardia alla guida della prima squadra con l’arrivo di Alessio Crugnola che facendo tesoro della sua esperienza da una marcia in più alle ragazze che nel 2016/2017 arrivano fino ai playoff e giocandosi una intensa serie contro Basket 200 San Giorgio – Mantova che infine si è guadagnato la promozione nella serie maggiore.

Oggi la società vanta un settore giovanile con due formazioni Under14 e Under16, una squadra di Promozione volta a caricare di esperienze le nostre ragazze Under20 e la Serie C.

0anni
DI ESPERIENZA
0SQUADRE
ISCRITTE AI CAMPIONATI FIP
0ATLETE
ADP GAVIRATE

I CAMPIONATI DELL’ADP GAVIRATE

  • 1969-72 Attività giovanile
  • 1972-74 Promozione
  • 1974-77 Serie C
  • 1977-81 Serie B
  • 1981-86 Serie C
  • 1986-93 Serie B
  • 1993-97 Attività giovanile
  • 1998-00 Promozione
  • 2001-14 Serie C
  • 2014-15 Serie B
  • 2015-18 Serie C

I PRESIDENTI

  • 1969-1972 Ettore Confalonieri
  • 1972-1975 Ciro Meacci
  • 1975-1978 Ferdinando Giussani
  • 1978-1979 Germano Chiesa
  • 1980-1988 Mauro Marchesotti
  • Apr-Set 1988 Cosimo Cagliano
  • 1988-1993 Romano Oldrini
  • 1993-ad oggi Cesare Paronaelli